News & Press

Giancarlo Fassina
È scomparso il 29 marzo 2019 Giancarlo Fassina, il cui nome è legato al progetto di alcune tra le più celebri e le più belle lampade del design italiano recente.

Nato a Milano nel 1935, si era diplomato in Ingegneria e laureato in Architettura a Friburgo, iniziando a lavorare nel settore dei motori e delle applicazioni industriali.
 
Iniziata la collaborazione con Artemide, aveva assunto la responsabilità dell'organizzazione rtecnica della progettazione, in particolare per quanto riguardava la realizzazione di modelli e prototipi.
 
In questo ruolo contribuì attivamente con i migliori designer contemporanei nella progettazione di lampade di successo mondiale: dal sistema Aggregato (con Enzo Mari), a Dinarco (con Carlo Forcolini) all'intera serie delle versioni di Tolomeo (con Michele De Lucchi, Compasso d'Oro 1989).
 
Suoi i progetti di illuminazione di mostre d'arte e spazi espositivi permanenti, tra cui l’illuminazione del teatro Fossati a Milano (con Marco Zanuso, 1985), la mostra Il progetto domestico alla Triennale di Milano (con Mario Bellini, 1986) e l'illuminazione dell'aula magna dell'Accademia di Brera a Milano.
 
Dal 2000 aveva insegnato disegno industriale e ingegnerizzazione del prodotto all'ISIA di Firenze. Dal 2001 aveva progettato, ancora con Carlo Forcolini, sistemi di illuminazione per Luceplan, Lucitalia, Nemo, Valenti, Caimi Brevetti e zaveva partecipato alla fondazione di OY-light.