News & Press

Food Design: accordo in Puglia
Si amplia alla Puglia il dialogo promosso dall'ADI sul progetto agroalimentare nei paesi dell’area euro-mediterranea con il programma triennale Food Design and Food Security: dopo il workshop di Napoli ADI ha sottoscritto un protocollo d'intesa con l'Ordine degli Architetti di Bari che porterà il contributo della cultura alimentare pugliese.

La prima Conferenza Europea sul Food Design, organizzata dall'ADI a Milano nell’ottobre del 2015 in occasione dell’EXPO, ha trovato nel maggio di quest'anno un seguito a Napoli, con il primo workshop internazionale dedicato a Food Design and Food Security nelle aree euro-mediterranee.

Con il protocollo d'intesa firmato a Bari l'11 luglio da ADI e Ordine degli Architetti il percorso segna un'altra tappa importante: "Il convegno del 2015 aveva carattere esplorativo", spiega la Commissione Food Design dell'ADI. "Si proponeva di aprire un dibattito internazionale sui potenziali campi di applicazione del food design, e ha creato un terreno comune per far dialogare impresa e accademia, progettisti e studenti, istituzioni e ricercatori internazionali. L'obiettivo è chiamare a un'azione concreta imprese e istituzioni, partendo anche da Bari."

 

Il presidente dell'Ordine degli Architetti di Bari, Vincenzo Sinisi, e il presidente ADI Luciano Galimberti firmano il protocollo d'intesa.

"La Puglia, e Bari in special modo", dichiara il presidente di ADI Puglia e Basilicata Roberto Marcatti, "possono dare il loro contributo culturale ed enogastronomico attraverso tutti i prodotti alimentari che costituiscono una parte importante della dieta mediterranea".


Da sinistra: Luciano Galimberti, Roberto Marcatti, Anna Maria Lucarelli e Vincenzo Sinisi.

Il protocollo d'intesa prevede, oltre all'organizzazione di un tavolo di lavoro per sviluppare la proposta di manifestazioni dedicate al Food Design da proporre sul territorio pugliese, anche azioni di formazione (workshop, conferenze, incontri) e la preparazione della Prima Conferenza Mediterranea sul Food Design.

L'iniziativa, che si aggiunge alle attività promosse dalla Commissione ADI Food Design, cooridinata da Francesco Subioli,  non si rivolge solo ai designer e agli ricercatori, ma coinvolge direttamente anche produttori, imprenditori, e istituzioni. Faranno da collegamento Anna Maria Lucarelli per l'Ordine degli Architetti di Bari, con Sara Costantini (cui si può rivolgere chi è interessato a partecipare alle attività di questo settore) e Roberto Marcatti per ADI Puglia e Basilicata.
 

(Foto: Cintya Concari)